Santa Subito

Santa Subito recensione del vincitore del Premio del Pubblico alla Festa del Cinema di Roma [#RomaFF14]

Santa Subito recensione documentario di Alessandro Piva vincitore del Premio del Pubblico alla 14esima edizione della Festa del Cinema di Roma

Fresco del Premio del Pubblico della quattordicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, Alessandro Piva ha messo su un toccante documentario sull’Italia degli anni ’90 raccontando la storia di Santa Scorese, la giovane attivista cattolica uccisa a coltellate a ventitré anni dal suo stalker nella provincia di Bari.

MadMass.it consiglia (by Amazon)

Una tragedia di sicuro, ma pervasa da un senso di rassegnazione e impotenza per come si è sviluppata, ricostruita puntualmente dal regista. Nel 1991, anno dell’omicidio, nell’ordinamento giuridico italiano non era ancora presente il reato di stalking e una giovane donna come Santa, alle prese con una persona morbosamente interessata a lei da oltre tre anni, non può far altro che emettere diffide alle attività competenti e vivere nell’ombra per evitare il peggio.

Santa Subito recensione
Alessandro Piva ha diretto Santa Subito

MadMass.it consiglia (by Amazon)

È angosciante ascoltare, da chi viveva con Santa e la porta ancora oggi nel cuore, il dolore e il rammarico per una situazione ben nota a tutti ma impossibile da risolvere per la legge del tempo, dovendo compiere scelte durissime per sopravvivere alla crudeltà umana. Santa Scorese si configura non soltanto metaforicamente come martire, ma è la stessa Chiesa da lei tanto assiduamente frequentata a rintracciare in lei i crismi di una fede incrollabile che danno alla sua vicenda un’ulteriore chiave di lettura.

Alessandro Piva
Alessandro Piva ritira il Premio del Pubblico alla Festa del Cinema di Roma

E’ una magrissima consolazione, essere pionieri di qualcosa che verrà istituzionalizzato soltanto quasi vent’anni dopo – il reato di stalking è stato introdotto soltanto nel 2009 – ma è l’occasione perfetta per riflettere su un problema che ancora oggi è tutt’altro che sotto controllo ed è allucinante soprattutto per chi, poi, deve continuare ad alzarsi ogni mattina con il vuoto dentro, come le persone a cui Piva dedica in chiusura questo illuminante documentario.

Santa Subito recensione
Un frame del documentario di Alessandro Piva

Sintesi

Alessandro Piva dirige un toccante documentario sull’Italia degli anni ’90 raccontando la storia di Santa Scorese, giovane attivista cattolica uccisa a coltellate a ventitré anni dal suo stalker. Santa Scorese è una martire anche per la Chiesa da lei tanto assiduamente frequentata, che identifica in Santa i crismi di una fede incrollabile. Opera illuminante dedicata alle vittime delle ingiustizie che devono continuare ad alzarsi ogni mattina con il vuoto dentro.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Mio zio recensione [Flashback Friday]

Mio zio recensione del film diretto e interpretato da Jacques Tati con Alain Bécourt, Jean-Pierre Zola e Adrienne Servantie Il cinema di Jacques Tati (Giorno di...

Cine Rassegna Stampa del 7 agosto

Cine Rassegna Stampa del 7 agosto: i trailer di Sto pensando di finirla qui di Charlie Kaufman e di Judas and the Black Messiah...

Coffee and Cigarettes recensione (versione restaurata)

Coffee and Cigarettes recensione film di Jim Jarmusch in edizione restaurata con Roberto Benigni, Steven Wright, Joie Lee, Tom Waits, Cinqué Lee, Steve Buscemi,...

Buon compleanno M. Night Shyamalan: i suoi migliori film [Throwback Thursday]

M. Night Shyamalan compie 50 anni: ripercorriamo i migliori successi del regista dai finali a sorpresa Il 6 agosto del 1970 nasceva M. Night Shyamalan,...

Cine Rassegna Stampa del 6 agosto

Cine Rassegna Stampa del 6 agosto: Tom Hanks Geppetto per Pinocchio di Robert Zemeckis, Ryan Reynolds a caccia di mostri in Everyday Parenting Tips,...

Il dottor Stranamore recensione

Il dottor Stranamore - Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba recensione del film di Stanley Kubrick con Peter...

Burning – L’amore brucia recensione

Burning - L'amore brucia recensione film di Chang-dong Lee con Ah-In Yoo, Steven Yeun, Jong-seo Jun, Soo-Kyung Kim e Seong-kun Mun Nel panorama letterario contemporaneo...

Cine Rassegna Stampa del 5 agosto

Cine Rassegna Stampa del 5 agosto: Mulan esce direttamente in streaming su Disney+, il trailer di Ratched, la serie Netflix di Ryan Murphy spin-off...

Cine Rassegna Stampa del 4 agosto

Cine Rassegna Stampa del 4 agosto: La donna alla finestra di Joe Wright con Amy Adams passa a Netflix, le prime immagini di The...

Gretel e Hansel recensione [Anteprima]

Gretel e Hansel recensione film di Oz Perkins con Sophia Lillis, Alice Krige, Samuel Leakey, Jessica De Gouw, Fiona O'Shaughnessy e Charles Babalola Trasformare la...