SanPa: Luci e tenebre di San Patrignano

SanPa: Luci e tenebre di San Patrignano recensione serie TV [Netflix]

SanPa: Luci e tenebre di San Patrignano recensione docu-serie Netflix di Cosima Spender sulla comunità di San Patrignano fondata da Vincenzo Muccioli

SanPa: Luci e tenebre di San Patrignano è una docu-serie originale realizzata da Netflix che racconta, attraverso testimonianze e immagini di repertorio, la storia controversa della comunità di recupero di San Patrignano, fondata da Vincenzo Muccioli nel 1978.

Suddivisa in cinque episodi, SanPa: Luci e tenebre di San Patrignano è realizzata attraverso oltre centottanta ore di interviste e con immagini (molte inedite) tratte da differenti archivi per ricostruire la storia in modo fattuale e accurato.

Quando la piaga dell’eroina divenne incontrollabile, alla fine degli anni ‘70, martoriando e fiaccando una generazione già smarrita a causa della caduta degli ideali e della violenza politica, lo Stato si ritrovò totalmente impreparato. In quel momento nacquero le comunità terapeutiche. La più conosciuta, San Patrignano, fondata da un omone dal fare paterno (o forse paternalistico?), che prometteva di curare gratuitamente i tossici con metodi “naturali”, con amore e/o sberle invece che con il metadone.

Vincenzo Muccioli
Vincenzo Muccioli (Credits: Netflix)

SanPa: Luci e tenebre di San Patrignano recensione docu-serie Netflix
SanPa: Luci e tenebre di San Patrignano (Credits: Netflix)

La comunità all’inizio con pochi ospiti è gestita con piglio deciso e attento da Muccioli. Con il passare degli anni, il passaparola e l’invio in regime di arresti domiciliari di detenuti tossici, diviene sempre più grande, allargandosi nelle infrastrutture e nelle attività lavorative. Aumenta a dismisura il numero degli ospiti e cresce sempre più l’attenzione mediatica.

Mai in Italia era stato pensato, scritto e confezionato un documentario di tale ambizione – per temi, fattura, ampiezza delle fonti – che ricorda grandi titoli come Going Clear – Scientology e la prigione della fede e Wild Wild Country. Riesce a bypassare sapientemente la questione morale, lasciando al pubblico la difficile scelta su quale lato della storia schierarsi.

Muccioli benefattore o despota? Uomo illuminato o preda di un ego ipertrofico? In ogni caso, la serie ha il grande merito di svelare il fatto che la verità non è mai una soltanto e che, oltre al bianco e al nero, esiste un’ampia zona color grigio.

La regista Cosima Spender sul set
La regista Cosima Spender sul set (Credits: Netflix)

San Patrignano
San Patrignano (Credits: Netflix)

SanPa è egregiamente scritta da Carlo Gabardini, Gianluca Neri e Paolo Bernardelli, sorretta dalla capace e minuziosa regia di Cosima Spender.

Sarebbe stato interessante approfondire alcuni passaggi in più, quali il percorso di recupero dei tossici e il loro eventuale programma di reinserimento nella società. Nonché il tema del controllo, dell’organizzazione e delle deleghe in una comunità talmente grande.

La visione di SanPa lascia un sapore amaro in bocca e un giudizio sospeso o comunque non definitivo sulla questione. Fino a che punto ci si può spingere per salvare una persona? L’utilità del fine giustifica sempre i mezzi?

Una serie, comunque, che già adesso costituisce un benchmark per future produzioni di stampo documentaristico/divulgativo, e non solo.

Sintesi

La docu-serie SanPa è forse una delle migliori produzioni originali di Netflix Italia. Realizzata sapientemente, lascia un sapore amaro in bocca e un giudizio sospeso o comunque non definitivo su alcuni interrogativi: fino a che punto ci si può spingere per salvare una persona? L’utilità del fine giustifica sempre i mezzi?

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Thor: Love and Thunder: Cate Blanchett ritorna Hela per consegnare la spada All-Black the Necrosword a Gorr di Christian Bale

Thor: Love and Thunder rivela la dimora del villain Gorr the God Butcher interpretato da Christian Bale ed il ritorno di Cate Blanchett come...

Cinema News del 23 gennaio [Rassegna Stampa]

Liam Neeson nel remake di Una pallottola spuntata Brie Larson in Lessons in Chemistry Peaky Blinders: il film di Steven Knight che concluderà...

Tutto in una notte recensione film di John Landis con Jeff Goldblum e Michelle Pfeiffer [Flashback Friday]

Tutto in una notte recensione del film di John Landis con Jeff Goldblum, Michelle Pfeiffer, Dan Aykroyd, David Bowie, Paul Mazursky e David Cronenberg Gli anni...

Cinema News del 22 gennaio [Rassegna Stampa]

Sony cede Superconnessi a Netflix Risincronizziamo i calendari Michelle Pfeiffer e Viola Davis sono The First Lady Epic Games si dà al cinema ...

21° Anniversario American Beauty [Throwback Thursday]

Ventuno anni fa usciva nelle sale italiane American Beauty: ricordiamo insieme l'acclamato film premio Oscar di Sam Mendes con Kevin Spacey Il 21 gennaio del...

L’inferno di cristallo recensione film con Paul Newman e Steve McQueen

L'inferno di cristallo recensione del film diretto da John Guillermin e Irwin Allen con Paul Newman, Steve McQueen, Faye Dunaway, William Holden, Fred Astaire...

Cinema News del 21 gennaio [Rassegna Stampa]

Lei mi parla ancora Il primo giorno della mia vita meravigliosa Heartstopper Brevissime Cinema News 21 gennaio Lei mi parla ancora Arriva su Sky Cinema l’8...

Cinema News del 20 gennaio [Rassegna Stampa]

Wonka Quello che non ti uccide/Boss Level Fate: The Winx Saga Libra Nikolaj Coster-Waldau vs Il Ghiaccio The Walled City La miniserie su...

Cinema News del 19 gennaio [Rassegna Stampa]

La prima immagine di Luca James Gunn inizia le riprese di Peacemaker Matt Damon apparentemente in Thor: Love and Thunder Brevissime Il Martin Luther...

Ava recensione film di Tate Taylor con Jessica Chastain e John Malkovich [Netflix]

Ava recensione film di Tate Taylor con Jessica Chastain, John Malkovich, Colin Farrell, Common, Geena Davis, Jess Weixler, Diana Silvers e Joan Chen Non chiamare...