Pig - La vendetta di Rob

Pig La vendetta di Rob recensione film di Michael Sarnoski con Nicolas Cage [Sky NOW]

Pig – La vendetta di Rob recensione film di Michael Sarnoski con Nicolas Cage, Alex WolffCassandra Violet, Julia Bray, Adam Arkin e Elijah Ungvary

Le premesse non erano certo delle migliori: il plot apparentemente troppo legato a un filone action decisamente abusato, di cui Taken e John Wick sono una perfetta rappresentazione, il suo attore protagonista Nicolas Cage, un interprete di tutto rispetto, ma che non è propriamente famoso per l’oculatezza nella scelta dei lavori a cui partecipa e, infine, la presenza dietro alla camera da presa di un regista esordiente, Michael Sarnoski rendevano Pig – La vendetta di Rob un prodotto quantomeno trascurabile.

Il film si apre con dei campi lunghissimi che ci trasportano nelle foreste dell’Oregon, dove Rob Feld (Nicholas Cage) vive in ritiro all’interno di una piccola capanna, completamente in solitudine, eccezion fatta per un maiale da caccia che lo aiuta nella ricerca di tartufi. Questi ultimi rappresentano la moneta di scambio che adotta per ricevere ogni genere di necessità dal mondo esterno, rappresentato dalla figura di Amir (interpretato da un ottimo Alex Wolff), un giovane ed inesperto fornitore di ristoranti di lusso. Tuttavia, la quiete che caratterizza le giornate di Rob è destinata a cessare quando qualcuno tenterà di rapire il suo maiale.

Nicolas Cage in Pig - La vendetta di Rob
Nicolas Cage in Pig – La vendetta di Rob (Credits: NEON)
Pig - La vendetta di Rob recensione film di Michael Sarnoski con Nicolas Cage
Nicolas Cage e Alex Wolff (Credits: NEON)

Come accennato in precedenza, apparentemente la pellicola condivide un incipit molto simile a quello che abbiamo imparato ad amare con John Wick: la classica formula del McGuffin che costringe una persona tutt’altro che comune, stufa di continuare una vita vuota e ritiratasi dal mondo, a tornare sui propri passi. Tuttavia, il susseguirsi degli eventi spiana la strada verso un racconto decisamente diverso.

Pig – La vendetta di Rob è, oltre che un prodotto alquanto atipico, un’opera decisamente interessante e ispirata che riesce a disilludere le aspettative dello spettatore accompagnandolo verso una narrazione più introspettiva e delicata, man mano che la pellicola continua nel suo dispiegarsi. Visivamente il film è di forte impatto, Sarnoski mostra una maestria inusuale per un esordiente e sfrutta la macchina da presa per descrivere i conflitti interiori del  protagonista, utilizzando la camera a mano per le scene più concitate che devono restituire il senso di sopraffazione e sgomento, e i primi piani per delineare una dimensione più intima ed emozionale.
Rob è costretto a tornare nella città che ha consapevolmente deciso di abbandonare tempo addietro, muovendosi in una Portland in cui la palette dei colori tipici dell’autunno restituisce un senso malinconico, un’eleganza visiva che vuole essere, allo stesso tempo, vuota, perché vuoto è il senso delle vite dei personaggi che vi abitano. Pig cerca fortemente di indagare su quale sia il senso della vita e del perché si rincorrano obiettivi di successo che forse ci sono stati imposti da terze parti – questa è la chiave di lettura del bellissimo dialogo tra Rob e lo chef del ristorante di Portland.

Da subito ci viene presentato il contrasto tra Rob, stanco, disilluso e segnato dal tempo, e il giovane Amir, tirato a lucido, vestito in modo lussuoso e dall’atteggiamento altezzoso. In particolare, Amir è la rappresentazione dell’estetismo vacuo che imperversa nel mondo, della ricerca di una ricchezza e di una fama che ci vengono quasi imposti dal contesto socio-economico in cui ci troviamo immersi.

Nicolas Cage in Pig - La vendetta di Rob
Nicolas Cage in Pig – La vendetta di Rob (Credits: NEON)
Alex Wolff
Alex Wolff (Credits: NEON)

Nicolas Cage porta in scena una delle sue migliori interpretazioni cinematografiche, dando vita a un personaggio molto posato e oculato, quasi come un maestro zen, totalmente in controtendenza con le prove attoriali sopra le righe a cui ci ha abituato. Rob aveva trovato la pace interiore riprendendo contatto con una vita più semplice, lontano dal mondo fatto di apparenze, e dover tornare a fare i conti con il marciume da cui ha preso le distanze lo metterà di nuovo di fronte al suo passato.
Il ritorno nella città ci viene presentato come una vera e propria discesa negli inferi del protagonista, che verrà segnato dall’ambiente tossico anche in maniera fisica: interessante come più vada avanti nel suo ritorno nel passato e più Rob si ritrovi ferito in volto, sanguinante e sofferente, una bella metafora visiva che esteriorizza le lacerazioni dell’animo. Il confronto con i personaggi secondari, vecchie conoscenze del suo passato da chef, restituisce interessanti spunti di riflessione sul senso della felicità e sulla falsità della contemporaneità. Esattamente come Rob, Amir è coinvolto in questo viaggio introspettivo che lo porterà a rivalutare il tipo di esistenza che ha deciso di condurre.

Pig – La vendetta di Rob è un’opera molto interessante che, partendo da un incipit da cinema action classico, fa i conti con temi cardine della società odierna. Sfruttando una messa in scena elegante e posata, in sinergia con un’interessante fotografia, ci viene offerto uno dei prodotti più affascinanti del 2021.

Sintesi

Pig - La vendetta di Rob è un’opera molto interessante che, partendo da un incipit da cinema action classico, fa i conti con temi cardine della società odierna attraverso un'indagine sul senso della vita e sulle credenze che ci vengono imposte dall'esterno. Sfruttando una messa in scena elegante e posata, in sinergia con un'interessante fotografia, Michael Sarnoski ci offre uno dei prodotti più affascinanti del 2021, impreziosito da una delle migliori interpretazioni di Nicolas Cage.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Pig La vendetta di Rob recensione film di Michael Sarnoski con Nicolas Cage [Sky NOW]Pig - La vendetta di Rob è un’opera molto interessante che, partendo da un incipit da cinema action classico, fa i conti con temi cardine della società odierna attraverso un'indagine sul senso della vita e sulle credenze che ci vengono imposte dall'esterno. Sfruttando una messa in scena elegante e posata, in sinergia con un'interessante fotografia, Michael Sarnoski ci offre uno dei prodotti più affascinanti del 2021, impreziosito da una delle migliori interpretazioni di Nicolas Cage.