Nomad: in cammino con Bruce Chatwin - Nomad: In the Footsteps of Bruce Chatwin

Nomad: in cammino con Bruce Chatwin – Nomad: In the Footsteps of Bruce Chatwin recensione [#RomaFF14]

Nomad: in cammino con Bruce Chatwin recensione del documentario di Werner Herzog distribuito da Wanted Cinema e in uscita nelle sale il 19, 20 e 21 ottobre

L’ultimo documentario di Werner Herzog è incentrato sulla figura di Bruce Chatwin, lo scrittore britannico che rivoluzionò la letteratura di viaggio, morto prematuramente nel 1989 al culmine della sua fama, nonché amico fraterno del cineasta tedesco.

Herzog, la cui cifra filmica è da sempre caratterizzata dal sapiente utilizzo di temi e toni diversi, in Nomad: in cammino con Bruce Chatwin sovrappone alle immagini mozzafiato dei paesaggi selvaggi esplorati dallo scrittore i commenti propri e delle persone che hanno conosciuto Chatwin, creando nello spettatore un profondo senso di viaggio nella bellezza e nel “nomadismo”.

Nomad: in cammino con Bruce Chatwin recensione
Nomad: in cammino con Bruce Chatwin
Werner Herzog
Werner Herzog

Diviso in capitoli incentrati sulle principali opere di Chatwin il film segue il pellegrinaggio del regista che visita i luoghi descritti in ogni libro (Patagonia, Australia, le Black Hills gallesi, Ghana) ripercorrendo altresì i luoghi dei propri film, che in alcuni casi (Cobra Verde) hanno avuto diretta origine da opere chatwiniane, mentre in altri la figura dello scrittore britannico è stata fonte di ispirazione (Grido di Pietra).

Quasi come i due protagonisti di Persona di Bergman, Nomad: in cammino con Bruce Chatwin documenta due anime erranti che si fondono in una comunione di intenti, attraverso l’amore condiviso per il racconto dell’umano vivere, per il cammino e l’esplorazione. Un racconto sull’amicizia profonda tra due uomini caratterialmente agli antipodi: Werner tanto riservato, chiuso, quanto Bruce istrionico, ammaliatore, affabulatore. Da una parte un artista della scena, dall’altra un artista della parola.

Nomad: in cammino con Bruce Chatwin recensione
Nomad: in cammino con Bruce Chatwin
Werner Herzog
Werner Herzog

Nomad, purtroppo, sconta una eccessiva autoreferenzialità di Herzog, che avrebbe potuto analizzare in modo più approfondito i temi cardine della narrativa chatwiniana, invece che limitarsi a riportare testimonianze sparse sullo scrittore incastonate in un film infarcito di spezzoni di vecchi film del regista stesso.

Oggi le opere di Chatwin, in un’epoca in cui viaggiare è così scontato, possono essere forse ‘passate di moda’, come forse Herzog ha già dato il meglio di sé dietro la macchina da presa, ma i fan di entrambi gli artisti troveranno interessante questo film.

Nomad: in cammino con Bruce Chatwin sarà distribuito nelle sale da Wanted Cinema il 19, 20 e 21 ottobre.

Nomad: in cammino con Bruce Chatwin
Nomad: in cammino con Bruce Chatwin distribuito da Wanted Cinema il 19, 20 e 21 ottobre

Sintesi

L'ultimo documentario di Werner Herzog è incentrato sulla figura di Bruce Chatwin, lo scrittore britannico che rivoluzionò la letteratura di viaggio, amico fraterno del cineasta tedesco. Nomad sconta purtroppo una eccessiva autoreferenzialità di Herzog, che avrebbe potuto analizzare in modo più approfondito i temi cardine della narrativa chatwiniana.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

L'ultimo documentario di Werner Herzog è incentrato sulla figura di Bruce Chatwin, lo scrittore britannico che rivoluzionò la letteratura di viaggio, amico fraterno del cineasta tedesco. Nomad sconta purtroppo una eccessiva autoreferenzialità di Herzog, che avrebbe potuto analizzare in modo più approfondito i temi cardine della narrativa chatwiniana.Nomad: in cammino con Bruce Chatwin - Nomad: In the Footsteps of Bruce Chatwin recensione [#RomaFF14]