Living

Living recensione film di Oliver Hermanus con Bill Nighy e Aimee Lou Wood [Venezia 79]

Living recensione film di Oliver Hermanus con Bill Nighy, Tom Burke, Aimee Lou Wood, Alex Sharp, Grant Crookes e Richard Cunningham

Remake del film Ikiru di Akira Kurosawa, Living di Oliver Hermanus è stato presentato alla 79° edizione del Festival Internazionale del Cinema di Venezia nella sezione Fuori Concorso. La sua storia, per quanto possa sembrare semplice, è il simbolo delle tracce che ogni singolo individuo può lasciare della propria esperienza nel corso della vita.

Mr. Williams (Bill Nighy) è un uomo che, negli anni, ha appiattito la sua vita sul suo ruolo burocratico. Non è differente da quella pila di pratiche e petizioni presenti sulla sua scrivania. Al contrario, quei documenti sono un contrassegno di quanto preferisca rimandare “tanto non succede nulla”, piuttosto che provare ad agire.
Essere il cambiamento, all’interno di un sistema fatto di continui rimpalli tra i vari uffici, non è di certo facile e forse è addirittura un’idea ingenua che può appartenere solo a chi è solo al primo giorno di lavoro. Proprio in questo, a lui si contrappone l’entusiasmo e il sorriso di Peter Wakeling (Alex Sharp). Ma la nostra storia inizia proprio nel momento in cui Mr. Williams apprende che non gli resta molto altro da vivere. Cosa fare, dunque, quando ci si trova davanti a una notizia simile? Quando tutti i pensieri che si riescono a fare portano ad un’unica conclusione: non si è vissuto affatto?
Bisogna dare una svolta.

Bill Nighy e Aimee Lou Wood
Bill Nighy e Aimee Lou Wood (Credits: Number 9 Films, Film4)
Oliver Hermanus, Bill Nighy, Aimee Lou Wood e Alex Sharp
Oliver Hermanus, Bill Nighy, Aimee Lou Wood e Alex Sharp (Credits: La Biennale di Venezia/Foto ASAC ph Giorgio Zucchiatti)

Davanti all’idea di non avere molto altro da vivere, forse, ci si rinnamora nuovamente della vita stessa. Living racconta questo processo: una lenta presa di coscienza che, successivamente, spinge il protagonista ad agire. In un primo momento Mr. Williams deve scendere a patti con questa verità. E grazie alle chiacchiere scambiate con la sua ex-sottoposta Margaret (Aimee Lou Wood), riesce a trovare il suo scopo. Attraverso la sua rinnovata missione Mr. Williams riesce ha lasciare un segno tangibile della sua esistenza. Per quanto il sistema possa essere imperturbabile e, nel mondo, le cose continueranno ad andare come sono sempre andate, lui è riuscito a fare la differenza.

Grazie all’interpretazione magistrale dei suoi protagonisti, Living riesce a dare molto allo spettatore durante la sua visione. Una storia che, nonostante la sua semplicità, è destinata a lanciare un monito a chi la osserva. Dovremmo, infatti, imparare a vivere la nostra vita prima che questa sia agli sgoccioli seguendo anche un po’ il motto di Gandhi: “Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo“. Perché, chiunque, nel piccolo può riuscire ad apprezzare la bellezza della vita; basta vedere i bambini che giocano per strada.

Sintesi

Remake dell'opera di Akira Kurosawa ottimamente interpretato da Bill Nighy, Aimee Lou Wood e Alex Sharp, Living racconta il processo di rinnamoramento verso la bellezza della vita, una lenta presa di coscienza che spinge ad agire per riuscire a fare finalmente la differenza.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Living recensione film di Oliver Hermanus con Bill Nighy e Aimee Lou Wood [Venezia 79]Remake dell'opera di Akira Kurosawa ottimamente interpretato da Bill Nighy, Aimee Lou Wood e Alex Sharp, Living racconta il processo di rinnamoramento verso la bellezza della vita, una lenta presa di coscienza che spinge ad agire per riuscire a fare finalmente la differenza.