Grandi bugie tra amici

Grandi bugie tra amici recensione

Grandi bugie tra amici recensione del film di Guillaume Canet con François Cluzet, Marion Cotillard, Gilles Lellouche, Laurent Lafitte e Clémentine Baert

Guillaume Canet torna dove era rimasto quasi dieci anni fa, nella casa di Cap Ferret

Fermati e pensa. Sei lo stesso di dieci anni fa? Avrai uno smartphone più grande, una macchina più grande, una casa più grande e dei problemi più grandi. Anche le bugie di Guillaume Canet (Non dirlo a nessuno, 2006) in dieci anni si sono fatte grandi e dopo Piccole bugie tra amici (2010) torna con Grandi bugie tra amici (2019).

MadMass.it consiglia (by Amazon)

Un melò corale tutto francese che affonda le unghie nelle tematiche sociali e nei problemi dell’odierna generazione X: la sindrome di Peter Pan, la confusione sessuale, i problemi economici e i figli.

Grandi bugie tra amici
Grandi bugie tra amici di Guillaume Canet con François Cluzet, Marion Cotillard, Gilles Lellouche, Laurent Lafitte, Benoît Magimel, Pascale Arbillot e Clémentine Baert

MadMass.it consiglia (by Amazon)

I personaggi indossano perfettamente le vesti che il regista ha cucito addosso: Max (François Cluzet) è sommerso dai problemi al punto tale da essere a limite dell’esaurimento nervoso, si rifugia del suo porto sicuro, la casa delle vacanze a Cap Ferret, ma il giorno del suo sessantesimo compleanno, dopo tre anni di assenza, piombano alla sua porta gli amici di sempre, quelli con cui in quella casa aveva passato i suoi periodi migliori.

Ognuno di loro combatte giornalmente con i propri demoni cercando, nella casa di Cap Ferret, di esorcizzarli: Eric (Gilles Lellouche) cerca di fare il padre, Vincent (Benoît Magimel) continua a mettere in discussione la sua sessualità, Marie (Marion Cotillard) trova di nuovo come unica ancora di salvezza l’alcol e il mero divertimento.

François Cluzet e Clémentine Baert
François Cluzet e Clémentine Baert in Grandi bugie tra amici

Grandi bugie tra amici
Grandi bugie tra amici di Guillaume Canet con François Cluzet, Marion Cotillard, Gilles Lellouche, Laurent Lafitte, Benoît Magimel, Pascale Arbillot e Clémentine Baert

Quello che ci spiega Guillaume Canet sin dal primo film, è che l’amicizia è una relazione vera e propria, forse anche più impegnativa e intensa di quella amorosa, non a caso Max si concentra solo ed esclusivamente sul rapporto con i loro amici, quasi escludendo la sua nuova compagna Sabin (Clémentine Baert).

La regia di Canet porta alla luce un lungometraggio profondo e accogliente, lo spettatore lascia fuori dalla sala il mondo ed empatizza totalmente con la storia, perché è reale, con i suoi tempi lunghi e i momenti di silenzio. Non si fa mancare però dei movimenti di macchina eccentrici che fanno emergere alcuni dei momenti comici del film.

François Cluzet e Laurent Lafitte
François Cluzet e Laurent Lafitte

Grandi bugie tra amici è senza dubbio la versione matura e saggia di Piccole bugie tra amici, il cast e il regista hanno dichiarato che questo set è stato più rilassato perché Canet è riuscito a dirigere perfettamente gli attori.

Guillaume Canet fa un film sull’amicizia, senza distinzione di sesso età o ceto sociale, parla di uomini deboli e sfiancati dalla vita che trovano sicurezza solo nel passato e nel ricordo di momenti e persone che non ci sono più.

Siamo amici da vent’anni, ma non siamo obbligati a esserlo per sempre!

La casa vacanze di Cap Ferret è come l’ideale dell’ostrica di Verga, possiamo anche star via molto tempo, ma è lì che ci sentiamo a casa, con i nostri amici.

Sintesi

Guillaume Canet dirige magistralmente un melò corale dal cast stellare che affonda le unghie nelle tematiche sociali e nei problemi dell’odierna generazione X: la sindrome di Peter Pan, la confusione sessuale, i problemi economici e i figli. Il sequel di Piccole bugie tra amici con il suo tono dolceamaro porta sullo schermo il vero valore dell’amicizia, relazione forse anche più impegnativa e intensa di quella amorosa, in un lungometraggio profondo e accogliente.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Siberia recensione film di Abel Ferrara [Venezia 77]

Siberia recensione film di Abel Ferrara con Willem Dafoe, Dounia Sichov, Simon McBurney, Cristina Chiriac e Valentina Rozumenko Voglio vedere se possiamo raffigurare cinematograficamente...

Il re di Staten Island recensione

Il re di Staten Island recensione film di Judd Apatow con Pete Davidson, Marisa Tomei, Steve Buscemi, Bill Burr, Bel Powley, Maude Apatow e...

Cine Rassegna Stampa del 12 agosto

Cine Rassegna Stampa del 12 agosto: il prequel drammatico di Willy il Principe di Bel-Air, la trilogia Fear Street sbarca su Netflix, il trailer...

Lovecraft Country recensione serie TV Episodi 1-5 [Anteprima]

Lovecraft Country recensione della serie TV di Misha Green con Jurnee Smollett, Jonathan Majors, Courtney B. Vance, Aunjanue Ellis, Abbey Lee, Jada Harris, Wunmi Mosaku,...

Cine Rassegna Stampa 11 agosto

Cine Rassegna Stampa 11 agosto: Jared Leto protagonista del terzo capitolo di Tron e del biopic su Andy Warhol, Madonna e Diablo Cody per...

Cine Rassegna Stampa del 10 agosto

Cine Rassegna Stampa del 10 agosto: Ben Affleck alla regia di The Big Goodbye sulla storia della realizzazione di Chinatown, Jonas Cuarón dirige un...

Caleb recensione [Anteprima]

Caleb recensione del film diretto ed interpretato da Roberto D'Antona con Annamaria Lorusso, Francesco Emulo, Alex D'Antona, Nicole Blatto e Natalia Moro Quello di Roberto D'Antona...

Il buono, il brutto, il cattivo recensione

Il buono, il brutto, il cattivo recensione del terzo capitolo della Trilogia del Dollaro di Sergio Leone con Clint Eastwood, Lee Van Cleef ed Eli...

Mio zio recensione [Flashback Friday]

Mio zio recensione del film diretto e interpretato da Jacques Tati con Alain Bécourt, Jean-Pierre Zola e Adrienne Servantie Il cinema di Jacques Tati (Giorno di...

Cine Rassegna Stampa del 7 agosto

Cine Rassegna Stampa del 7 agosto: i trailer di Sto pensando di finirla qui di Charlie Kaufman e di Judas and the Black Messiah...