Dio è donna e si chiama Petrunya

Dio è donna e si chiama Petrunya recensione

Dio è donna e si chiama Petrunya di Teona Strugar Mitevska con Zorica Nusheva, Labina Mitevska, Simeon Moni Damevski, Suad Begovski e Stefan Vujisic

Dio è donna e si chiama Petrunya è il film di Teona Strugar Mitevska che ha stregato il pubblico all’ultimo Torino Film Festival. La 32enne Petrunya (Zorica Nusheva) è una giovane laureata in storia, disoccupata e amareggiata dalla vita. Camminando verso casa dopo un colloquio, incrocia una cerimonia religiosa riservata a soli uomini. La croce di legno lanciata nell’acqua deve essere recuperata da uno degli uomini a cui è “promessa” felicità e prosperità. Ma, completamente al di fuori della tradizione religiosa, sarà una donna a raggiungere per prima la croce: Petrunya. L’intero paese si rivolterà tentando di riaverla.

Dio è donna e si chiama Petrunya recensione
Dio è donna e si chiama Petrunya

Zorica Nusheva naked
Dio è donna e si chiama Petrunya di Teona Mitevska con Zorica Nusheva

La storia, come raccontato dalla stessa regista, è tratta da un evento realmente accaduto. Il lancio della croce è un tradizione tipica dei paesi ortodossi che si svolge il 19 gennaio. In Macedonia nel 2014 è stata una donna a recuperare la croce per la prima volta. Il suo gesto, come quello di Petrunya nella pellicola, è stato considerato scandaloso dalla comunità dato che la tradizione religiosa esclude le donne dal partecipare alla cerimonia.

Per una buona analisi della pellicola si può partire da una dichiarazione di Teona Mitevska, la regista: “In molti mi chiedono se è un film femminista, ma ogni film con un personaggio femminile fuori dagli schemi e dai ruoli consueti è un film femminista”. Petrunya è una protagonista che si mostra fuori dagli schemi e dagli standard imposti dalla sua società. Ma se inizialmente appare turbata da tale condizione, il “viaggio” che affronta la porta a cambiare profondamente la consapevolezza che ha di se stessa.

Dio è donna e si chiama Petrunya recensione
Il lancio della croce è un tradizione tipica dei paesi ortodossi

Zorica Nusheva
Dio è donna e si chiama Petrunya di Teona Mitevska

L’attacco da parte degli uomini del paese, a causa del suo gesto “sconveniente”, è in realtà la punta dell’iceberg della supremazia maschile che prova a schiacciarla. Petrunya appare come costantemente soffocata da chi gli sta intorno. La protagonista Zorica Nusheva è perfetta nel riuscire a mostrare il cambiamento di un personaggio costretto al ruolo di “pecora” ma che in realtà è per natura un “lupo”, posizioni chiamate in causa più volte nel corso della pellicola. Petrunya, inizialmente sommersa dalla sua infelicità e dalla sua disperazione, comprende di dover tirare fuori i denti. È decisa a non mollare. Sullo schermo si susseguono un continuo di atti violenti (fisici e verbali) e misogini che producono l’effetto opposto spingendo la protagonista a non mollare. Ogni provocazione segna un punto più alto della sua convinzione di essere nel giusto, di avere il diritto di possedere la croce.

Dio è donna e si chiama Petrunya non è una ricerca d’aiuto da parte della sfera femminile soffocata da religione e patriarcato. È un grido di guerra, feroce ed estenuato, che vuole dire basta alla misoginia, all’ignoranza e al fanatismo religioso.

Valentina

Sintesi

Tratto da un evento realmente accaduto, Dio è donna e si chiama Petrunya di Teona Mitevska è un grido di guerra, feroce ed estenuato, che vuole dire basta alla misoginia, all'ignoranza e al fanatismo religioso.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Ricordiamo la saga di Indiana Jones [Throwback Thursday]

In occasione dell’anniversario dell’uscita italiana de I predatori dell’arca perduta, ricordiamo insieme la saga di Indiana Jones. Il 22 ottobre del 1981 usciva nelle sale...

Cinema News del 22 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 22 ottobre: il trailer del nuovo film d'animazione Disney Raya e l’ultimo drago, ancora Mank, lo sciagurato Joker di Jared Leto...

Lo squalo recensione film di Steven Spielberg

Lo squalo recensione del film di Steven Spielberg con Roy Scheider, Richard Dreyfuss, Robert Shaw, Lorraine Gary e Murray Hamilton Come nelle grandi sceneggiature, la prima...

Borat 2 Subsequent Moviefilm recensione film con Sacha Baron Cohen [Amazon Prime Video Anteprima]

Borat Subsequent Moviefilm (Borat - Seguito di film cinema) recensione film di Jason Woliner con Sacha Baron Cohen e Irina Nowak il sequel di...

Truth Seekers recensione serie TV con Simon Pegg e Nick Frost [Amazon Prime Video Anteprima]

Truth Seekers recensione della serie TV Amazon Prime Video creata ed interpretata da Nick Frost e Simon Pegg con Emma D'Arcy, Samson Kayo, Malcolm McDowell e...

Cinema News del 21 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 21 ottobre: Jake Gyllenhaal e Denis Villeneuve di nuovo insieme per la serie HBO The Son, Jamie Foxx l'ammazzavampiri, Willow ritorna...

Ammonite recensione film con Kate Winslet e Saoirse Ronan [Anteprima]

Ammonite recensione film di Francis Lee con Kate Winslet, Saoirse Ronan, Gemma Jones, James McArdle, Sam Parks e Fiona Shaw Ispirato alla storia vera e...

Stardust recensione film biopic su David Bowie con Johnny Flynn [Anteprima]

Stardust recensione film di Gabriel Range con Johnny Flynn, Jena Malone, Marc Maron, Aaron Poole, Anthony Flanagan, Roanna Cochrane e Lara Heller La locandina di...

El Dorado recensione film con John Wayne e Robert Mitchum

El Dorado recensione del film di Howard Hawks con John Wayne, Robert Mitchum, James Caan e Charlene Holt Era il 1959 quando Howard Hawks, con Un...

Cinema News del 20 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 20 ottobre: i trailer dei film Ma Rainey's Black Bottom con Viola Davis e Chadwick Boseman, Qualcuno salvi il Natale:...