Vulnerabili

Vulnerabili recensione

Vulnerabili recensione di film di Gilles Bourdos con Alice Isaaz, Suzanne Clément, Vincent Rottiers, Pauline Etienne, Frédéric Pierrot

In concorso al Festival del Cinema di Venezia nel 2017 nella sezione Orizzonti, Vulnerabili è un lungometraggio di Gilles Bourdos che segue l’intreccio di tre vicissitudini che si accomunano per la debolezza dell’animo umano, dove i personaggi sono collegati fra loro da piccoli o grandi meccanismi di causa-effetto.

Alice Isaaz in Vulnerabili di Gilles Bourdos
Alice Isaaz in Vulnerabili di Gilles Bourdos

Seppur si tratti di una storia corale, ad avere un peso più rilevante è la coppia Joséphine (Alice Isaaz) e Tomasz (Vincent Rottiers), ai quali è affidato l’intero incipit del film. Jo e Tomas sono appena maggiorenni eppure decidono di sposarsi rendendo così Joséphine vittima sacrificale delle violenze del marito dal quale non vorrà mai separarsi nonostante l’aiuto e il supporto costante che i suoi genitori, i coniugi Kuafman (Grégory Gadebois e Suzanne Clément), tentano di darle.

Poi abbiamo Vincent (Eric Elmosnino) che oltre alla separazione dalla moglie, deve affrontare la figlia che sta per avere un bambino dal suo professore di storia, molto più grande di lei e persino dello stesso Vincent.

Infine la storia di Anthony (Damien Chapelle), studente di lingue molto timido poco incline alla socialità, si trova ad accudire la madre Nicole (Brigitte Catillon) ricoverata in un centro psichiatrico a causa di un esaurimento nervoso e il padre, fuggito con una donna più giovane per recuperare gli anni perduti.

Alice Isaaz in Vulnerabili di Gilles Bourdos
Alice Isaaz in Vulnerabili di Gilles Bourdos

Alice Isaaz e Vincent Rottiers

Le tre vicende oltre ad avere dei concreti punti di incontro, si somigliano per la debolezza, la sofferenza e l’incapacità di reagire di fronte ai problemi della vita.

Vulnerabili non è solo il titolo del film né è solo un aggettivo per caratterizzare i protagonisti, è l’intima natura dell’uomo. In una società patinata dove tutto è perfetto, sorrisi costanti, frasi d’incoraggiamento e positività, l’uomo resta debole, vulnerabile, affranto da problemi che sono più comuni di quanto possiamo immaginare.

La violenza sulle donne, la perdita di un figlio o di un genitore, la ricerca di ciò che vorremmo essere in un partner, sono ciò che ci rende umani e vulnerabili. L’opera di Gilles Bourdos spicca per l’uso della luce, l’incipit che di per sé sembra un cortometraggio, è caratterizzato da una irreale luce rosa che avvolge l’intera inquadratura, irreale proprio come la storia stessa.

Pauline Etienne
Pauline Etienne

Alice Isaaz
Alice Isaaz

Vulnerabili è un lungometraggio lento, privo di azione, quasi come se la videocamera riprendesse la vita en plain air, concentrandosi solo sui sentimenti dei personaggi.

La pellicola però è un’occasione mancata, perché le singole storie offrivano spunti per un intreccio molto più intenso e imprevedibile senza tralasciare la parte emotiva.

Sintesi

Gilles Bourdos dirige una storia sentimentale che indaga i meccanismi di difesa dell'uomo nei momenti di difficoltà. Opera incentrata sull'emotività, Vulnerabili patisce una narrazione lenta e monotona seppur le tre vicende avrebbero potuto rendere la storia più intrigante senza tralasciarne la parte emotiva.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Lo squalo recensione film di Steven Spielberg

Lo squalo recensione del film di Steven Spielberg con Roy Scheider, Richard Dreyfuss, Robert Shaw, Lorraine Gary e Murray Hamilton Come nelle grandi sceneggiature, la prima...

Borat 2 Subsequent Moviefilm recensione film con Sacha Baron Cohen [Amazon Prime Video Anteprima]

Borat Subsequent Moviefilm (Borat - Seguito di film cinema) recensione film di Jason Woliner con Sacha Baron Cohen e Irina Nowak il sequel di...

Truth Seekers recensione serie TV con Simon Pegg e Nick Frost [Amazon Prime Video Anteprima]

Truth Seekers recensione della serie TV Amazon Prime Video creata ed interpretata da Nick Frost e Simon Pegg con Emma D'Arcy, Samson Kayo, Malcolm McDowell e...

Cinema News del 21 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 21 ottobre: Jake Gyllenhaal e Denis Villeneuve di nuovo insieme per la serie HBO The Son, Jamie Foxx l'ammazzavampiri, Willow ritorna...

Ammonite recensione film con Kate Winslet e Saoirse Ronan [Anteprima]

Ammonite recensione film di Francis Lee con Kate Winslet, Saoirse Ronan, Gemma Jones, James McArdle, Sam Parks e Fiona Shaw Ispirato alla storia vera e...

Stardust recensione film biopic su David Bowie con Johnny Flynn [Anteprima]

Stardust recensione film di Gabriel Range con Johnny Flynn, Jena Malone, Marc Maron, Aaron Poole, Anthony Flanagan, Roanna Cochrane e Lara Heller La locandina di...

El Dorado recensione film con John Wayne e Robert Mitchum

El Dorado recensione del film di Howard Hawks con John Wayne, Robert Mitchum, James Caan e Charlene Holt Era il 1959 quando Howard Hawks, con Un...

Cinema News del 20 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 20 ottobre: i trailer dei film Ma Rainey's Black Bottom con Viola Davis e Chadwick Boseman, Qualcuno salvi il Natale:...

BFI London Film Festival 2020: i vincitori della 64esima edizione virtuale del Festival del Cinema di Londra

BFI London Film Festival 64: vince Another Round (Un altro giro) di Thomas Vinterberg con Mads Mikkelsen come Miglior Film. Miglior Documentario a The...

Cinema News del 19 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 19 ottobre: L'Arminuta il nuovo film di Giuseppe Bonito, Kate Hudson e Octavia Spencer insieme nella seconda stagione di Truth Be...