Noi, Shazam!, Dolceroma e gli altri film della settimana

Una scena un po' kubrickiana da Noi
Una scena un po' kubrickiana da Noi

Questa settimana due film si contendono l’attenzione del pubblico: l’apprezzatissimo horror (dalla critica e da MadMass) Noi e la nuova recluta nel panorama supereroistico del DC Extended Universe, Shazam!. Non mancano però le commedie (italiane, francesi e americane), film drammatici e un documentario.

1Noi / Us

Noi – Il Poster. Dal 4 aprile al cinema

 

scritto e diretto da Jordan Peele
con Lupita Nyong’o, Winston Duke, Shahadi Wright Joseph, Evan Alex, Elisabeth Moss

Del nuovo film di Jordan Peele vi abbiamo già parlato, perciò per non annoiarvi vi rimandiamo al nostro editoriale e alla nostra recensione. Da vedere!

2Shazam!

Shazam

di David F. Sandberg
scritto da Henry Gayden e Darren Lemke, dai personaggi creati da C.C. Beck e Bill Parker
con Zachary Levi, Asher Angel, Jack Dylan Grazer, Mark Strong, Djimon Hounsou

Warner Bros e DC Comics portano al cinema le avventure di Billy Batson, adolescente che riceve in dono la capacità di trasformarsi in un adulto e acquisire un set di superpoteri, accessibili semplicemente pronunciando il nome della creatura magica che glieli ha donati: Shazam!. Un nome pratico, perché acronimo dei nomi dei personaggi ai quali i poteri appartenevano in origine: Salomone, Hercules, Atlante, Zeus, Achille e Mercurio. Billy è interpretato da Asher Angel (IT), il supereroe adulto da Zachary Levi (precedentemente in Thor), mentre Mark Strong si presta ad un ennesimo ruolo di Villain nei panni del Dr. Sivana. Diretto da David F. Sandberg, precedentemente alla guida di Annabelle 2: Creation, anche se questo film sembra avere tutt’altro tono.

3Dolceroma

Dolceroma

di Fabio Resinaro
scritto da Fabio Resinaro, dal romanzo Dormiremo da Vecchi di Pino Corrias
con Luca Barbareschi, Claudia Gerini, Lorenzo Richelmy, Valentina Bellé, Laura Chiatti, Francesco Montanari

Dura è la vita degli scrittori, almeno fino a quando arriva l’occasione di adattare la propria opera in un film. Il produttore Oscar Martello (Luca Barbareschi) ha deciso di realizzare un film tratto da un romanzo di Andrea Serrano (Lorenzo Richelmy): per quest’ultimo, si tratta di un’opportunità di lasciare finalmente il suo lavoro in obitorio e godersi il frutto delle sue fatiche. Ma i fondi sono pochi, il regista è incompetente e la protagonista (Valentina Bellé), per salvare la sua carriera, decide di evitare l’uscita del film distruggendo tutte le copie del girato. Perché Oscar e Andrea possano salvare la faccia, serve un diversivo: attirare l’attenzione dei media sul rapimento dell’attrice… che i due si apprestano a sceneggiare.

4Il viaggio di Yao / Yao

Il Viaggio di Yao

di Philippe Godeau
scritto da Agnès de Sacy e Philippe Godeau
con Omar Sy, Fatoumata Diawara, Lionel Basse, Germaine Acogny

Il tredicenne Yao (Lionel Basse) vive a Kanel, nel nord del Senegal. Quando viene a sapere che il suo attore preferito Seydou Tall (Omar Sy) presenterà un libro a Dakar, decide di andare ad incontrarlo, noncurante dei quasi quattrocento chilometri che separano casa sua dalla capitale. Una volta lì, l’attore decide di premiare il ragazzo riaccompagnandolo personalmente a casa.

5Book Club – Tutto può succedere

Book Club

di Bill Holderman
scritto da Bill Holderman ed Erin Simms
con Diane Keaton, Jane Fonda, Candice Bergen, Mary Steenburgen, Craig T. Nelson, Andy Garcia, Don Johnson, Richard Dreyfuss

Carol, Sharon, Vivian e Diane sono quattro signore sessantenni dalla vita ormai noiosa, almeno fino al momento in cui il loro club dei libri decide di affrontare la lettura di Cinquanta sfumature di grigio. Le quattro donne, molto diverse per indole, reagiscono ri-aprendosi al mondo e cercando nuove esperienze. Vivian (Jane Fonda) ritrova dopo quarant’anni la sua vecchia fiamma Arthur (Don Johnson); Carol (Mary Steenburgen) trova nuova linfa per il suo matrimonio con Bruce (Craig T. Nelson); Sharon (Candice Bergen) incontra online George (Richard Dreyfuss); Diane (Diane Keaton) inizia una relazione con Mitchell (Andy Garcia, che ne Il Padrino: Parte III interpreta suo nipote). A quanto pare il carattere delle signore è ispirato alla reazione avuta da madri e suocere degli autori alla lettura del libro di E.L. James.

6Bene ma non benissimo

Bene ma non benissimo

di Francesco Mandelli
scritto da David McWater, Laura Sabatino, Vincenzo Terracciano, Fabio Troiano
con Francesca Giordano, Yan Shevchenko, Euridice Axen, Gioele Dix, Shade

L’esordio alla regia in solitaria di Francesco Mandelli (precedentemente conosciuto come ‘il nongiovane’ su MTV e metà de I Soliti Idioti) racconta la storia di Candida (Francesca Giordano), emigrata con il padre dal Meridione a Torino, e che dovrà far fronte all’iniziale emarginazione dovuta al suo accento e al suo essere non abituata alla grande città. A sostenerla, il compagno di banco Jacopo (Yan Shevchenko) e la sua passione per il rapper torinese Shade.

7Butterfly

Butterfly

scritto e diretto da Alessandro Cassignoli e Casey Kauffman
con *Irma Testa

Un documentario sulla pugile Irma Testa, cresciuta in un paese del Napoletano e approdata alle Olimpiadi, prima donna italiana a qualificarsi in questa disciplina. Lanciata alla ribalta dai media, che hanno creato aspettative sui suoi successi, quando ritorna dalla competizione senza una medaglia Irma deve fare il punto della situazione e trovare la strada giusta per ripartire.

8L’educazione di Rey / La educaciòn del Rey

L'educazione di Rey

di Santiago Esteves
scritto da Santiago Esteves e Juan Manuel Bordón
con Germán de Silva, Esteban Lamothe, Walter Jakob, Elena Schnell

Reynaldo ‘Rey’ Galìndez, in fuga durante la sua prima rapina, finisce nella casa di Carlos, guardia di sicurezza in pensione. L’uomo propone a Rey un patto: non lo denuncerà alla polizia se il ragazzo accetterà di riparare i danni provocati all’abitazione.

9Beautiful Things

Beautiful Things di Giorgio Ferrero e Federico Biasin
scritto da Giorgio Ferrero
con Van Quattro

Un viaggio che va alla ricerca delle radici dei processi produttivi che si celano dietro allo stile di vita consumista e frenetico della nostra vita. Una storia in quattro atti, intervallata da sguardi sulla quotidianità di una coppia.