Honey Boy

Honey Boy recensione [#RomaFF14]

Honey Boy recensione del film ispirato all’infanzia di Shia LaBeouf presentato durante la Festa del Cinema di Roma con protagonisti Noah Jupe e Lucas Hedges

Durante la quarta giornata della Festa del Cinema di Roma 2019 è stato presentato alla stampa Honey Boy, il film basato sull’infanzia di Shia LaBeouf. Ecco la nostra recensione in anteprima.

MadMass.it consiglia by Amazon

Quanto gli errori dei padri influenzano la vita dei figli? Questa la domanda alla base di Honey Boy, film diretto da Alma Har’el e scritto da Shia LaBeouf ispirandosi alla sua infanzia. La pellicola segue due momenti della vita di Otis (interpretato da Noah Jupe e Lucas Hedges), un giovane attore che, costretto a ricoverarsi in una clinica a causa del suo alcolismo, è obbligato a fare i conti con il passato. La storia, quindi, salta continuamente tra l’infanzia del ragazzo e la sua degenza nell’istituto.

Lucas Hedges
Lucas Hedges interpreta l’Otis maggiorenne in Honey Boy

Alla base dei problemi del giovane sembra esserci suo padre (interpretato dallo stesso LaBeouf), con il quale ha vissuto per un certo periodo della sua vita. Quest’ultimo è la chiave di volta della narrazione. È un personaggio frastagliato, insicuro, violento. Una figura paterna che vuole il meglio per suo figlio, ma che perde facilmente le staffe. La relazione tra queste due figure maschili è instabile, complessa. Se, dapprima, ci sembra di capire che è il padre ad avere le redini della famiglia, con il passare del tempo comprendiamo che è Otis a controllare il padre, in quanto quest’ultimo non è altro che il suo accompagnatore. In sostanza, è al suo servizio e vive grazie ai soldi del figlio.

Honey Boy recensione
Noah Jupe in una scena di Honey Boy

I ruoli si invertono in continuazione, come una partita a ping pong senza fine. Questo continuo tira e molla funziona in modo sublime anche grazie alla magnifica interpretazione di Shia LaBeouf, che si dimostra sempre più un attore di grande talento. Riesce a portare su schermo una personalità complessa, scissa, indecisa. Sicuramente la sua bravura è dovuta anche al fatto che quelle esperienze, bene o male, le ha vissute. Che quel padre lui lo ha conosciuto. A enfatizzare le performance dei tre attori protagonisti troviamo anche la superba regia di Alma Har’el, che con il suo sguardo candido e sereno riesce a far emergere la bontà e la dolcezza alla base di questa famiglia disfunzionale.

Shia LaBeouf
Shia LaBeouf è il padre di Otis in Honey Boy

Il cinema compone le fondamenta della narrazione, come possiamo notare sin dai primi minuti, con una scena d’apertura girata e montata magistralmente, dove il confine tra la finzione del set e la vita reale è estremamente labile. Ma non solo. Anche la condizione dell’attore è trattata con un certo riguardo. La performatività invade e pervade la scena, non facendo più comprendere allo spettatore dove la recitazione termini e la realtà prenda il sopravvento. Per tutto il film non si è mai sicuri se si stia guardando un evento realmente accaduto o se ciò a cui stiamo assistendo sia frutto della costruzione mentale di un alcolista disperato, alla ricerca di una figura paterna che gli insegni quale sia la differenza tra la vita e la sua rappresentazione.

Honey Boy recensione
Noah Jupe in Honey Boy

Sintesi

Honey Boy è un film particolare. Non solo è ispirato a una storia vera, ma è anche la storia di tutti. La storia di una vita passata a recitare, a vivere un ruolo. Siamo figli di chi è venuto prima di noi. Siamo il loro retaggio. E, come loro, commetteremo gli stessi errori e vinceremo le stesse battaglie. Perché è nel nostro sangue. E' nel nostro Essere. Il passato ha già scritto il nostro futuro.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Regina recensione film di Alessandro Grande con Ginevra Francesconi [TFF 38]

Regina recensione film di Alessandro Grande con Francesco Montanari, Ginevra Francesconi, Barbara Giordano e Max Mazzotta al Torino Film Festival 38 Unico alfiere a rappresentare l’Italia...

Strange Days recensione film di Kathryn Bigelow [Flashback Friday]

Strange Days recensione del film di Kathryn Bigelow con Ralph Fiennes, Angela Bassett, Juliette Lewis, Vincent D'Onofrio, William Fichtner e Tom Sizemore Dopo Point Break -...

Cinema News del 27 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a Daria Nicolodi I progetti di Alex Garland Álex de la Iglesia e la Veneciafrenia La Radioscopie di Claire Denis Les promesses...

Pixar: i migliori film da vedere assolutamente [Throwback Thursday]

Le opere Pixar fanno parte della nostra infanzia ed adolescenza, grazie ai molti lungometraggi che ci hanno scaldato il cuore. Vediamo i cinque migliori...

Black Friday Amazon 2020: LEGO offerte Avengers, Jurassic World, Star Wars, Disney e Batman

Black Friday Amazon 2020: in offerta i set LEGO di Avengers, Jurassic World, Star Wars, Disney, Batman, The Mandalorian, Harry Potter e Fast &...

Cinema News del 26 novembre [Rassegna Stampa]

Mads Grindelwald Clifford il grande cane rosso The Mauritanian Amore e malattia in Life in a Year Amore e malattia in Little Fish ...

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar [TFF 38]

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar, Mahdokht Molaei, Soroush Saeidi, Mohsen Kiani e Morteza Khanjani al Torino Film Festival 38 Il cinema iraniano...

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen [TFF 38]

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen, Anders Heinrichsen, Morten Holst, Signe Egholm Olsen e Eeva Putro al Torino Film Festival 38 L'immortalità...

Black Friday Amazon 2020: Disney Marvel offerte film Blu-ray steelbook e cofanetti

Black Friday Amazon 2020: le offerte Disney e Marvel in Blu-ray steelbook e cofanetti, da Avengers: Endgame a Frozen 2, Toy Story 4 e...

Black Friday Amazon 2020: film e serie TV Blu-ray e DVD in offerta

Black Friday Amazon 2020: film Blu-ray e DVD in offerta tra saghe cinematografiche, cofanetti, serie TV, anime e i migliori titoli Disney in steelbook Ci...