Game of Thrones, Kit Harington in clinica per stress e abuso di alcool

L'attore Kit Harington, che in Game of Thrones interpreta Jon Snow, starebbe vivendo un momento di smarrimento in seguito al finale della serie tv.

Il finale di Game of Thrones, giunto dopo otto anni, ha gettato nello sconforto milioni di persone nel mondo. Addirittura, negli scorsi giorni un’azienda ha messo a disposizione un supporto psicologico per tutti i fan che stanno facendo fatica ad accettare il distacco definitivo dai Sette Regni. Tra questi, a quanto pare, rientrerebbe anche Kit Harington, attore che nella serie tv interpreta uno dei protagonisti più amati, Jon Snow.

Kit Harington in crisi? Parla la moglie Rose Leslie

Harington non sembra aver metabolizzato benissimo la fine della propria permanenza sul set de Il Trono di Spade. In questo periodo, infatti, starebbe soffrendo di forte stress e soprattutto starebbe facendo i conti con problemi relativi all’abuso di alcool che lo hanno spinto a ritirarsi in una clinica privata. Parlare addirittura di rehab potrebbe essere esagerato ed avventato: stando a quanto riportato in queste ore dai suoi rappresentanti, sarebbe più giusto definirlo come un “ritiro di benessere”.

Un esaurimento in parte comprensibile se pensiamo a quanto abbia significato Game of Thrones nella vita dell’attore che in questo momento si sente quantomeno smarrito. La fine della serie tv rappresenta dunque il momento ideale per schiarirsi le idee e fare un punto della situazione relativo alla propria esistenza. La moglie, Rose Leslie (che in GoT ha interpretato la bruta Ygritte), ha dichiarato: “In questo momento lui ha solo bisogno di pace e tranquillità“.

Per quanto riguarda il luogo dove Kit Harington si sarebbe rifugiato, si parla della clinica Privé-Swiss (nel Connecticut), dal costo giornaliero che si aggira intorno ai 120mila euro.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli