Box Office USA: Frozen 2 supera Joker Disney da record con 10 miliardi al botteghino

Box Office Cinema USA: Frozen 2 supera Joker
Box Office Cinema USA: Frozen 2 supera Joker e permette a Disney di stabilire il nuovo record assoluto di 10 miliardi di dollari nel 2019

Box Office Cinema USA: Frozen 2 supera Joker e Disney stabilisce il nuovo record assoluto di 10 miliardi di dollari incassati al botteghino nel 2019. Chiudono il podio Cena con Delitto – Knives Out e Le Mans ’66. Buon esordio internazionale per Jumanji 2 – The Next Level. Malissimo Playmobil: The Movie

La calma prima della tempesta natalizia: Box Office USA praticamente immobile, regno incontrastato di Frozen 2 – Il segreto di Arendelle che alla terza settimana di programmazione mantiene una media per sala di 8k, 34,6 milioni di dollari al botteghino e un totale USA & Canada di 337,6 milioni di dollari che, sommato agli incassi internazionali in 48 Paesi da 582 milioni di dollari, porta il nuovo film d’animazione Disney a 919,7 milioni di dollari nel mondo, permettendo così a Disney di segnare un nuovo, incredibile record di incassi: 10 miliardi di dollari incassati nel 2019, nuovo record assoluto, battendo se stessa e il precedente record del 2016 di 7,6 miliardi di dollari nel 2016, anno di Captain America: Civil War, Rogue One: A Star Wars Story, Alla ricerca di Dory, Il libro della giungla, Oceania, Alice attraverso lo specchio.

Prendendo in considerazione anche i titoli Fox del 2019, Disney segna quota 11,94 miliardi di dollari. E Star Wars: L’ascesa di Skywalker sta arrivando… Frozen 2 supera così anche Joker al box office domestico, puntando gli incassi di Frozen a quota 1,27 miliardi.

Rimane stabile al secondo posto Cena con Delitto – Knives Out, 14,1 milioni di dollari nel weekend, 63,4 milioni di dollari totali con una flessione del -47% alla seconda settimana di programmazione. 124 milioni di dollari di incassi globali e budget di produzione già ampiamente coperto per l’ultimo film di Rian Johnson acclamato da pubblico e critica.

Segue la nostra esclusiva infografica sul Box Office USA:

Box Office Cinema USA weekend 6-8 dicembre
Infografica sul Box Office Cinema USA weekend 6-8 dicembre a cura di MadMass.it

Anch’esso stabile al terzo posto, Le Mans ’66 subisce una flessione del -50% alla quarta settimana di programmazione, 6,53 milioni di dollari nel weekend e 91,1 milioni di dollari totali in patria, con un box office internazionale da 167 milioni di dollari per il successo di James Mangold con Christian Bale e Matt Damon.

Sfiora il podio alla seconda settimana di programmazione il dramma razziale di Melina Matsoukas Queen & Slim, 6,53 milioni di dollari nel weekend, ad un soffio da Le Mans ’66, media per sala decisamente migliore di 3,8k contro 1,7k di Le Mans ’66 che tuttavia ha la meglio essendo programmato in ben 2000 cinema in più. Con una flessione del solo -45% e un’ottima tenitura anche nella media per sala, Queen & Slim avrebbe potuto osare di più in termini di distribuzione e conquistare facilmente il podio.

Al quinto posto si conferma Un amico straordinario con Tom Hanks, -56% con 5,2 milioni di dollari nel weekend e 43,1 milioni di dollari di incassi totali in Nord America.

Si espande ulteriormente a 2012 cinema Dark Waters, il legal thriller di Todd Haynes con Mark Ruffalo, Anne Hathaway e Tim Robbins, che incassa 4,1 milioni di dollari nel weekend e 5,2 milioni totali, media per sala non esaltante di 2k per un film che ha attirato principalmente il pubblico adulto tra i 25 e i 34 anni e che rischia di suscitare malumori al botteghino, rivelando un mancato consolidamento nel ruolo da protagonista per Mark Ruffalo, la cui promettente carriera (In the Cut, Zodiac, Shutter Island, Il caso Spotlight, Now You See Me, Foxcatcher) è confluita nel Marvel Cinematic Universe perdendo di vista le pellicole narrative e i ruoli da protagonista.

Uscito in 18 mercati internazionali anche se non ancora in Nord America (o Italia), Jumanji 2 – The Next Level con Dwayne Johnson, Jack Black, Kevin Hart e Karen Gillan raccoglie 53 milioni di dollari, di cui 25 milioni dalla Cina, un ottimo lancio per Sony Pictures che tuttavia in terra cinese prevedeva un esordio da almeno 40 milioni per un lancio internazionale oltre i 60 milioni, traguardo mancato a causa di un’accoglienza tiepida, depotenziata dalla concorrenza del poliziesco cinese selezionato a Cannes Wild Goose Lake di Diao Yinan, Frozen 2, Cena con delitto e dalla commedia cinese Two Tigers di Fei Li.

Malissimo e persino fuori dalla Top 10 Playmobil: The Movie, 14esimo con 670mila dollari nel weekend e una media per sala di 287 dollari in 2337 schermi, terzo peggior esordio di sempre per un film uscito in oltre 2000 schermi che, tra i pochissimi spettatori accolti, ha attirato per circa il 70% genitori con figli, principalmente tra i 10 e i 12 anni, con il pubblico adulto davvero deluso dal film stando ai sondaggi post visione. Per quanto il distributore STX abbia cercato di salvare il film incentivandone il consumo con un pricing dei biglietti variabile e riduzioni sino ai 5 dollari, Playmobil è stato un fallimento ingiustificabile, considerata la fama internazionale del brand tedesco, primo e storico rivale di LEGO.

Alla prossima settimana con il Box Office USA su MadMass.it.